Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

Il solito tram tram quotidiano

leave a comment »

Penultimo giorno in ufficio, solita solfa. Mattina piovosa di mezzi pubblici affollati, in marcia nel tentativo di rispettare gli orari promessi. Treno pullman tram: un’ora e dieci minuti che, sommata alle altre “un’ora e dieci minuti” dell’ultimo mese fa un monte ore perse che nessuno mi renderà mai. E sto parlando solo dei viaggi di andata.

Tra l’andata e il ritorno c’è la permanenza in ufficio. Il mio posto è in un buco di 4 x 1,5 (misure approssimative in metri), senza finestre che si affaccia su un corridoio. Buio, nonostante le finestre che danno sul corridoio, vuoto nonostante altrove non abbiano spazio neanche per una risma di carta. Lo chiamano acquario, e chi passa si sofferma a guardarmi.

Attaccassero il cartello Vietato nutrire gli animali mi sentirei lusingato da cotanta attenzione.

Annunci

Written by Pitrocchio

15 novembre 2010 a 11:46

Pubblicato su Riflessioni amarognole

Tagged with

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: