Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

A sangue freddo

leave a comment »

«Generazioni intere ingannate per sempre, a sangue freddo». [Il Teatro degli orrori, A sangue freddo].

Non ci si libera di un condizionamento del pensiero, da parte di una dittatura politica o altro. Esserne vittima comporta portarne i segni per sempre e, probabilmente, implica anche trasmetterne i geni nelle generazioni a venire. I ‘signori dell’informazione’ possono permettersi il lusso di diffondere informazioni vere, false, o parziali al solo fine di perpretare il loro potere: se anche ci fosse un ‘liberatore’ da questa forma di schiavitù mediatica, non ci sarebbe vera libertà. Tutto ciò che si sa fino al momento della presunta liberazione deriva da ciò quei signori vogliono diffondere: come si può pretendere che una persona qualsiasi possa riuscire, da un giorno all’altro, a disfarsi del proprio bagaglio culturale, nozionistico, d’informazioni e via dicendo?

Quali sono le possibili vie d’uscita da una dittatura? Se in un Paese non libero il popolo rovescia il regime, cosa prenderà il posto del precedente sistema illiberale? Nella migliore delle ipotesi, una dittatura in buona fede: si macchierà delle stesse colpe verso il proprio popolo, aggiungendo anche la non volontarietà dell’azione.

Annunci

Written by Pitrocchio

17 febbraio 2012 a 14:32

Pubblicato su Reality kills

Tagged with , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: