Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

Abitudine, rassegnazione e altre facezie

leave a comment »

Abituarsi alla rassegnazione o rassegnarsi all’abitudine?

Abitudine, se non ricordo male, deriva dal latino habitus e può essere paragonato a un abito che si indossa, o a una casa che si abita. La rassegnazione, secondo l’enciclopedia Treccani, significa «accettare la volontà altrui anche se contraria alla propria».

Messa così, l’abitudine vince facile: almeno l’habitus è qualcosa che scelgo senza adeguarmi al pensiero d’altri. Ma non basta: l’abitudine, per me, è una disposizione dell’animo che fa accettare ciò che si ha o che si è. La rassegnazione è solo il suo eccesso. Abituarsi a uno stile di vita non è sbagliato in sé, ma diventa problematico quando l’abitudine diventa dipendenza e ostacolo alle novità. Qui subentra la rassegnazione e qui casca il proverbiale asino.

Non c’è niente di male ad abituarsi, a qualcosa o a qualcuno. Bisogna farlo nel modo giusto: abituarsi senza dare per scontato, abituarsi senza temere il cambiamento e senza chiudere gli occhi di fronte a quello che non è (ancora) stato.

Abituarsi al bello aspirando sempre al meglio, senza mai fermarsi e pensarsi arrivati. Ecco, in sintesi, è questo che voglio: abituarmi, senza rassegnarmi a nulla.

Annunci

Written by Pitrocchio

10 gennaio 2013 a 14:36

Pubblicato su Pitrocchiate

Tagged with , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: