Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

Nessun futuro è eterno

leave a comment »

E così ieri si è celebrata a Washington il cinquantesimo anniversario del famoso discorso di Martin Luther King, “I have a dream“.

All’ombra di Lincoln, all’ombra dei simboli del potere più potente al mondo, un uomo, un nero, pronunciò parole di speranza e di dignità. Nell’incredibile contradditorietà degli Stati Uniti, brilla la parabola che ha portato un presidente nero alla Casa Bianca poco meno di cinquant’anni dopo quel discorso. Da discriminati a presidenti. Certo, una società come quella statunitense non ha ancora esaurito il percorso dell’integrazione e dell’accettazione del diverso: eppure, Barack Obama rappresenta la velocità con cui quella società può cambiare.

Un Paese relativamente giovane, fondato su basi tendenzialmente democratiche, ha – credo – più possibilità di altri di cambiare, di adattarsi, di riconoscere il mutamento e seguirlo (oppure cavalcarlo). Restano i ghetti, nelle metropoli americane, i razzisti del Sud, le avversione contro omosessuali e alltre minoranze. E poi l’enorme problema dei latini e degli immigrati irregolari. Però resta anche questa parabola virtuosa, di un presidente nero davanti a una società di bianchi, dove il colore della pelle può sancire il proprio futuro, può causare un pestaggio dalla polizia.

«Se io sono cambiato, se voi siete cambiati, tutto il mondo può cambiare». Lo dice Rocky al termine dell’incontro (immancabilmente vinto) con Ivan Drago, simbolo dell’America che vince e sconfigge i comunisti e tutti gli avversari. Quella frase, però, vista in controluce, mi fa pensare all’opportunità. Ancora oggi, gli Usa sono un sogno, un modello, un simbolo cui guardare nonostante tutte le storture che in quel Paese albergano più vivide e ruvide che altrove.

Magari, in Italia, con un sogno si possano muovere coscienze e conoscenze.

Annunci

Written by Pitrocchio

29 agosto 2013 a 17:11

Pubblicato su Reality

Tagged with , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: