Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

Telecoma: Italians Phone Better

leave a comment »

“Asset strategico”; “Italia in svendita”; “Il Governo intervenga”. Se fossimo dei politici intervistati in questi giorni sulla faccenda Telecom, avremmo pescato uno di questi tre concetti e li avremmo articolati in una bella frase-slogan da rivendere a giornali e tg della sera per difendere un concetto solo: l’italianità della nostra società telefonica. Così come difendemmo la ‘nostra’ compagnia di bandiera?

La cosa che mi incuriosisce di più, e che mi trasforma in un grosso punto interrogativo vagante, è l’intervento di ieri del Copasir: la cessione di Telecom «pone seri problemi di sicurezza nazionale, visto che la rete Telecom è la struttura più delicata del Paese, attraverso cui passano tutte le comunicazioni dei cittadini italiani e anche quelle più riservate». Ovvero, attenti perché gli imprenditori spagnoli sono persone pericolose, ci spieranno, ruberanno i nostri segreti e ci trasformeranno in un pozzo senza fine di idee, progetti, indiscrezioni finanziarie, politiche e sociali. Lanciando implicitamente il messaggio che il presidente Franco Bernabè è una persona fidata e degna di stima e da lui non ci aspettiamo rischi per le comunicazioni italiane (“anche quelle più riservate”). Perché?

Cosa ha in più Bernabè di Telefonica per non suscitare l’allarme del Copasir? Del resto, la rete (che è l’asset strategico per definizione, in questi giorni. Tranquilli, domani tornerà a essere l’altra rete, quella Tav in Val di Susa) era struttura altrettanto delicata quando i privati investitori italiani gestivano Telecom. Dunque solo un problema di ‘italianità’? Una levata di scudi contro un’immagine molto retrò di ‘shopping italiano’, dove a essere ‘shoppate’ sono le aziende italiane, magari col tentativo di insinuare nell’elettorato medio (notoriamente, poco incline alla riflessione e molto attratto da battaglie hic et nunc) un rischio per il proprio portafogli?

Non ho risposte a questi interrogativi, ma sempre più dubbi. Non volevamo il capitalismo? Non eravamo fan del libero mercato, anzi dei Mercati saggiamente guidati dalla ‘mano invisibile’ che tutto aggiusta e tutto sistema per il benessere e la ricchezza di tutti? Se Beppe Grillo si scopre socialista (“statalizziamo Telecom!”. Ma lui non era un azionista?) e se il Copasir teme per la sicurezza nazionale, chi può sciogliere i miei dubbi?

Magari, domani, Enrico Letta, imitando il pio papa Francesco, comincerà a telefonare a casa degli italiani più dubbiosi e dirà loro parole di speranza e italianità. “Telefonate italiano“, la nuova campagna del Governo. Prossimamente nei vostri apparecchi telefonici.

Annunci

Written by Pitrocchio

26 settembre 2013 a 13:00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: