Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

Ma dove vai, se l’abilitazione non ce l’hai

leave a comment »

L’onorevole Ascani, il Tfa non concluso e il senso di sfiducia verso le istituzioni

Ho parlato molto di scuola ultimamente, e ancora penso di farlo. Non soltanto con questo post. Credo in questo argomento, credo che riflettere pubblicamente di ciò che sarà (o di ciò che si vorrebbe fosse) la scuola non sia sterile esercizio di stile. Purtroppo, c’è spesso molta confusione: quando si parla di un certo argomento bisognerebbe quantomeno studiarlo un pochettino, ed è per questo che cerco di non avventurarmi in certi discorsi che travalicano le mie conoscenze.

E vorrei partire proprio da ciò che uno sa in materia di questo o di quello. Perché nei giorni scorsi c’è stato un discreto subbuglio, specialmente sui social network, a proposito di una giovane parlamentare del Pd, l’onorevole Anna Ascani, membro della commissione Cultura della Camera che ha licenziato poche settimane fa il testo della cosiddetta Buona scuola. La ragazza difende il Ddl, ne spiega i risvolti dandone – ovviamente – una lettura molto positiva: espone le modifiche, gli emendamenti e fa un po’ di polemica a distanza con il Movimento 5 Stelle. Tutto questo dal palco della propria fanpage di Facebook.

Sulla stessa bacheca pubblica, la deputata si è detta vittima di una «gittata di fango che non si riserva a mafiosi, corrotti o ladri». Il motivo? L’onorevole aveva dichiarato di aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento tramite Tfa, anche se – nei fatti – non era vero. “Non concluso” campeggia, ora, nel suo curriculum pubblicato nelle pagine del suo sito. La questione ha fatto infuriare il popolo di insegnanti precari, un numero non certo sparuto, che – su quella bacheca pubblica – le si è rivoltata contro (non che prima ci fossero state tante occasioni di scambi di tenerezze). E qui mi fermo: sottolineo due fatti, tanto per cominciare. La storia del Tfa non finito è stata chiarita a posteriori, quando sarebbe stato forse più conveniente non suggerirne il possesso dall’inizio della vicenda: l’onorevole non avrebbe dovuto ‘difendersi’ quando è scoppiata la polemica. Il che apre al secondo ragionamento: la deputata si è da sempre presentata come una persone che “conosce la scuola”, ne capisce il funzionamento perché in qualche modo vi è addentro: chiaro che il possesso dell’abilitazione da Tfa darebbe una certa ‘patente’ a parlare di scuola e istruzione. In qualche modo, la Ascani si è ‘accreditata’ come titolata a parlare del tema.

Di fatto, la sua formazione nel Tfa si è fermata a 86 ore complessive su oltre 200, come da lei puntualizzato al punto 8 della nota “Adesso basta“, sempre pubblicata su Facebook. Intendiamoci: non è che raccontando queste cose si voglia suggerire che l’onorevole Ascani non sia preparata in materia. Però gli insegnanti, credo a ragione, hanno voluto sottolineare la stridente disomogeneità per la quale molti abilitati e laureati (ne ho parlato qui) perderanno il posto di lavoro a causa di interventi sulla scuola di chi non vi ha mai messo piede da professionista.

Sbirciando qua e là sul web per trovare materiale per questo post, ho trovato un’altra segnalazione, che vorrebbe che la deputata avrebbe scritto sul curriculum di essere in possesso di una certificazione di conoscenza della lingua spagnola di livello C2 (il massimo, “livello di padronanza della lingua in situazioni complesse”), pur ammettendo – nelle righe seguenti – di avere capacità “elementari” in lettura, scrittura e comprensione dello spagnolo. Sul curriculum del sito il livello è aggiornato a un più consono A2 (livello elementare, appunto), ma sul sito Riparte il futuro è ancora disponibile un file pdf del curriculum vecchia versione con la discrepanza. Io credo in un refuso e non in una falsificazione. Ma, al momento, la questione monta: essendo scoppiato il caso, la polemica, ogni parola pronunciata dal deputato Ascani sarà passata al doppio setaccio.

La nota, poi, contiene altri due spunti. Cercherò di essere breve: la deputata sottolinea con il maiuscolo («DICO NO») il proprio rifiuto a trovare scorciatoie che le consentirebbero di ottenere comunque le ore di tirocinio per il conseguimento dell’abilitazione: «falsificare la firma a lezione per raggiungere la percentuale minima», «svolgere un finto tirocinio finto in una scuola», «far “risultare” la frequenza a lezione» e «un tirocinio “semplificato”» (punti 8 e 14). La domanda, forse provocatoria, è: “Chi suggerisce questi escamotage?”. “Denunciare!”, invocano i grillini. L’altra osservazione è di carattere meno tecnico; diciamo che attiene al ‘buon gusto’. Che bisogno c’era di snocciolare l’elenco delle spese sostenute per il Tfa? Non è in discussione il fatto che l’onorevole abbia tentato con un certo profitto di conseguire l’abilitazione secondo i canoni di legge: è in discussione che abbia dichiarato di possedere un titolo che in realtà non possedeva. A meno che, non si trattasse di una pubblica denuncia sul costo esorbitante dei Tfa, Pas e simili: lì, la selezione non si fa solo per concorso (che pure c’è), ma per pecunia.

Concludo: la politica è chiamata a compiere scelte su argomenti grandi e importanti, con la responsabilità che le proprie decisioni non sono solo parole in ‘burocratichese’, ma hanno effetti concreti sulla vita di tanti singoli individui. Tutta la mia solidarietà. Ma la solidarietà va conquistata. Come la fiducia: sono anche i piccoli gesti e i piccoli errori che fanno grande l’antipolitica.

Annunci

Written by Pitrocchio

11 giugno 2015 a 09:15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: