Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

Le 100 province del comma 100

leave a comment »

Dove saranno inviati i 100mila insegnanti da assumere con il piano straordinario 2015/16?

Ora che la ‘Buona scuola’ è legge da quasi un mese, mi guardo attorno e mi domando se il mondo dell’educazione italiana sia migliorato, o se cominci a respirare il vento dell’innovazione e del cambiamento – in meglio – previsto dal primo Ministro Renzi.

Me lo chiedo pensando a quelle persone che intendono entrare a fare parte del piano straordinario per le assunzioni 2015/16. Si parlava di 100mila assunzioni – la manna dal cielo! Thank you, mister President – pronte a entrare stabilmente nella scuola. Un esercito di neoassunti, tutti forgiati nel fuoco lento del precariato e dell’incertezza economica. La legge 107 parla proprio di loro al comma 100, descrivendo le tre fasi in cui si dipana il percorso per l’assunzione. Tutte, come da italica tradizione, estremamente complicate. Ecco il comma 100:

I soggetti interessati dalle fasi, se in possesso della  relativa  specializzazione,  esprimono l’ordine  di  preferenza  tra  posti  di  sostegno  e  posti  comuni. Esprimono, inoltre, l’ordine di preferenza tra tutte le  province,  a livello nazionale. In caso di indisponibilità sui posti per tutte le province, non si procede all’assunzione.

Traduco? Per essere assunto, un insegnante precario di Pordenone deve mettere in fila tutte le province d’Italia su un pezzo di carta, inserendo nelle prime posizioni le province a lui più gradite per lavorarvici. E poi a scalare tutte le altre. Il senso di tutto ciò? Lo ignoro: magari avessi un Matteo a cui chiederlo.

Rilancio con le Faq pubblicate dal Miur relativamente al piano straordinario suddetto. La domanda 4 è chiara ed essenziale, Come avviene la scelta delle province?, ma è la risposta a essere un po’ disarmante:

Si dovranno selezionare, una per una, le province in ordine di preferenza, ordine che sarà seguito dalla procedura nell’assegnazione del primo posto disponibile da proporre al candidato per la nomina.
L’aspirante deve indicare l’ordine di gradimento delle 100 province proposte dalla funzione disponibile. La scelta può essere effettuata in base alla regione di appartenenza o in ordine sparso.

Grazie, Miur, per avermi suggerito che posso scegliere le province dove lavorare secondo il ben noto criterio dell’antica Roma, ad minchiam. Infine, la domanda 17, che chiede lumi su quali siano le province per le quali è posibile esprimere la preferenza, ne esclude alcune (per curiosità vorrei conoscerne il motivo):

Sono tutte le 100 province italiane ad eccezione di quelle di nuova istituzione che non sono esprimibili: Monza e Brianza, Barletta Andria Trani, Olbia Tempio, Ogliastra, Carbonia Iglesias, Medio Campidano, Fermo.

Tutto ciò semplifica la scuola italiana? Rassicura le centinaia di migliaia di precari dell’insegnamento in Italia? Che questa non fosse una buona riforma lo sospettavo da tempo. Che potesse ingarbugliare ancor di più la macchina organizzativa della scuola era un’ipotesi da verificare – che, però, non ha tardato a manifestarsi. Quanto tempo occorrerà per incrociare i dati sui posti vacanti e disponibili nelle nostre scuole e quelli delle domande, corredate dalle liste di preferenza delle 100 province, di ciascun canditato a un posto fisso?

Davvero non esistevano altri modi per selezionare il personale di cui la scuola ha bisogno? Gli Uffici scolastici provinciali (Usp) sanno bene quali sono i posti vacanti temporaneamente (magari per maternità o per aspettativa) e quanti quelli vacanti definitivamente. Perché non assegnare a ciascun Usp il compito di bandire ciascuno un proprio piano di assunzioni realmente basato sulle effettive necessità delle scuole di una determinata provincia?

E, per concludere, perché il comma 100 specifica che “In caso di indisponibilità sui posti per tutte le province, non si procede all’assunzione”? Non sarà mica che il Miur sa già che delle 100mila assunzioni promesse da Renzi, ne saranno in realtà consentite molte di meno?

Annunci

Written by Pitrocchio

9 agosto 2015 a 10:31

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: