Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

L’anno migliore per diventare insegnanti? Questo, ma non per tutti

leave a comment »

Precari con anni di esperienza e formazione accademica tenuti fuori dalle assunzioni nella scuola

Che voi ci crediate o no, questo è l’anno migliore per diventare insegnanti. Certo, a meno che non siate laureati (e dunque in possesso di una formazione specialistica) o che non siate anche precari da una decina d’anni (e quindi dotati di una capacità pratica di affrontare e risolvere i problemi che vi si presentano sul posto di lavoro): in questi due casi, che spesso coincidono, è difficile suggerirvi a che santo votarvi.

L’assurdo è che la Buona scuola, ennesima riforma nel mondo dell’istruzione italiana, non risolve i nodi antichi del nostro sistema educativo: anzi, rischia di creare nuovi ‘ingolfamenti’. Emblematico il caso delle ‘scomparende’ graduatorie: da svuotare (o esaurire) le Gae (Graduatorie a esaurimento, appunto. Solo che non si capisce se l’esaurimento è delle graduatorie o è quello nervoso, degli insegnanti), da cancellare le Gi (Graduatorie d’istituto). Perché? Perché la scuola italiana non deve essere malata di “supplentite”, come ha detto Renzi. E visto che tutti sanno che esistono molti posti vacanti nella scuola, ecco il piano straordinario di assunzioni.

Il ragionamento fila.

Qualcosa che non va, però, c’è. Perché non tutti i precari hanno diritto a essere presi in considerazione per le assunzioni. Solo chi è nelle Gae ha merito, secondo il Ministero, a entrare di ruolo. Perfetto: era opportuno fissare dei paletti per le assunzioni. Purtroppo, si stanno palesando due problemi. Il primo: le Gae per i posti di sostegno sono esaurite da quel dì. Ovvero, i posti vacanti – quelli stabilmenti liberi, senza alcun titolare, non quelli in cui l’insegnante è, poniamo, in maternità – sono molti di più delle assunzioni fin qui fatte. Come pensa di fare il Miur per ottemperare agli obblighi della legge 104 in merito al diritto all’assistenza degli alunni disabili da parte di personale docente specializzato? Per ora, con le supplenze fino al 30 giugno, ovvero attingendo dal serbatoio dei precari della Gi (seconda fascia). Che dall’anno prossimo sparirà. E da settembre 2016, che succederà?

Secondo problema. A seguito a una lunga serie di ricorsi promossi da persone in possesso di dilpoma magistrale conseguito entro un certo anno (il 2001/2002), le Gae – blindate per tutti, ovvero irrevocabilmente chiuse a nuovi accessi – sono state riaperte per inserire queste persone. Che magari il diploma l’hanno ottenuto a metà anno Novanta, che hanno lavorato in altri settori e che oggi hanno deciso di cambiare vita, diventare insegnanti e iscriversi – previo ricorso – alle Gae. Chi ha vinto il ricorso partecipa al piano straordinario di assunzioni anche se non ha mai lavorato nella scuola. mentre i precari della seconda fascia delle Gi – per esempio – vengono sistematicamente dimenticati. Detto in altri termini, quale maggior merito per l’insegnamento ha una persona che ha conseguito un diploma magistrale vent’anni fa, magari con una votazione appena sufficiente, rispetto a un laureato con 110 e lode in Scienze della Formazione Primaria iscritto nelle Gi?

Basta guardare le graduatorie che ogni Ufficio scolastico (gli ex Provveditorati) è tenuto a pubblicare per il proprio ambito territoriale: ho visto inserita d’ufficio in Gae una quarantenne con 11 punti. Ovvero, il punteggio in graduatoria di quella signora è pari al solo titolo d’accesso (diploma): per capirsi, il punteggio che un insegnante precario riceve per aver prestato un anno di servizio è 12 punti.

Sono contento per chi entrerà in ruolo, tra quest’anno scolastico e il prossimo. Ma mi chiedo dove si trovano merito e giustizia in questo campo. E se me lo chiedo io, che a scuola non ci lavoro e non ci mando bambini (perché non ne ho), figuriamoci se non se lo chiede uno degli oltre 40mila precari esperti e qualificati che non potrà più svolgere il lavoro di una vita per cui ha studiato.

Annunci

Written by Pitrocchio

20 settembre 2015 a 21:39

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: