Pitrocchio on line

Un blog che parla di tutto e di niente, come se ce ne fosse davvero bisogno!

Un omaggio a Morris

with 2 comments

Un torneo di calcio e un comitato per commemorare Morris Divorziati

Ci sono sguardi che non puoi sostenere con facilità. Come potrebbe essere altrimenti? Sono gli sguardi di chi ha sofferto, soffre, e cerca risposte che è difficile trovare. Sono quegli sguardi che mischiano lacrime e un sorriso, il dolore alla malinconia. Magari alla rabbia.

Oggi pomeriggio, a Ciriè, in provincia di Torino, è iniziato un torneo di calcio dedicato a Morris Divorziati. Un ragazzo che a 27 anni è stato portato via da un destino crudele, investito da un’auto mentre camminava su un marciapiedi con un amico. È successo a ottobre 2015 a Torino. E ha colto tutti come un flash abbagliante puntato sugli occhi.

Il torneo di calcio, rivolto a ragazzi dell’annata 2002 vuole essere un’occasione per ricordare una persona cara, così come il comitato fondato dagli amici di Morris. Forse ‘ricordare’ non è corretto: gli amici di Morris non dimenticano, nemmeno i parenti. Gli affetti non passano. Ma di fronte a un fatto tanto tragico e inspiegabile, sembra impossibile trovare parole sensate da pronunciare.

Il comitato ‘Morris sempre con noi’ ha iniziato una raccolta firme per chiedere l‘intitolazione del complesso sportivo allo sfortunato ragazzo, lui che da ragazzo aveva militato nelle giovanili del Torino. Aveva iniziato a Ciriè, però, città dove abitava. Casa sua era anche vicina a quei campi di cui il comitato ha chiesto l’intitolazione e che, al momento, sono senza nome. Non so se l’intitolazione avverrà: mi piace pensare che sì, quei campi che a Ciriè chiamano ‘Magichef’ un giorno saranno noti come i campi Morris.

Oggi, comunque, è partito il torneo. Il comitato ha anche promosso una raccolta fondi per acquistare un defibrillatore da donare al Ciriè calcio, la società che gestisce i campi sportivi e che ha organizzato il memorial dedicato a Morris.

Immagine 011

Annunci

Written by Pitrocchio

7 maggio 2016 a 20:08

Pubblicato su Reality

Tagged with , ,

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Grazie per avere scritto questo articolo e per avere descritto così bene le emozioni che si provano: “sguardi che mischiano lacrime e un sorriso, il dolore alla malinconia. Magari alla rabbia…”. Gli affetti non passano”. GRAZIE

    Alessia

    9 giugno 2016 at 11:03

    • Grazie a te. Tra quelle lacrime e quei sorrisi che ho visto nei giorni del torneo c’è tutto l’affetto che tantissime persone provano per Morris.

      Pitrocchio

      2 luglio 2016 at 18:59


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: